Schemi motori di base: capacità di reazione | YouCoach Salta al contenuto principale

Schemi motori di base: capacità di reazione

Schemi motori di base: capacità di reazione

 
Obiettivo
Materiale
  • 6 coni
  • 8 cinesini, 2 per colore (o paletti)
  • 4 casacche (rosse in figura)
  • Palloni
  • 2 tappetini (stuoie)
Preparazione
  • Area di gioco: 20x20 metri
  • Giocatori: da 8 giocatori
  • Tempo di svolgimento: 14 minuti
  • Numero di serie: 4 da 3 minuti (con 30” di recupero dopo ogni serie)
Sommario Obiettivi Secondari
Esercitazione tecnico motoria con stimoli cognitivi in guida palla e duello 1 contro 1
Schemi motori di base, Capacità coordinative generali, Capacità coordinative speciali, Velocità, Psicocinetica, Dribbling, Tiro in porta, Contrasto, 1 contro 1
Organizzazione

All'interno di un'area di gioco di 20x20mt creare centralmente una stazione di lavoro a forma di quadrato di 10mt per lato posizionando 4 coni ai vertici. A metà di ogni lato, creare una porticina di larghezza circa 2mt con dei cinesini colorati o dei paletti colorati. Ogni porticina deve essere di colore diverso: ci saranno quindi 4 porticine di diverso colore disposte ognuna su un lato del quadrato. Di fronte a 2 porticine, opposte tra loro, al di fuori del perimetro del quadrato, posizionare a circa 3 metri di distanza 2 tappettini (stuoie) e due coni che indicheranno il punto di partenza dei giocatori. Nell'esempio in figura i coni ed i tappetini sono sistemati frontalmente alla porta di ingresso gialla e quella azzurra che sono opposte una all'altra. Due file composte da 4 giocatori ciascuna (rossi e bianchi in figura), si posizionano in prossimità dei 2 coni di partenza. Al centro del quadrato di lavoro sistemare 3 palloni come in figura. E' opportuno che l'allenatore tenga una buona scorta di palloni al di fuori del perimetro di gioco per sostituire ogni volta, quelli utilizzati nella ripetizione precedente da parte dei giocatori.

Descrizione
  • I primi giocatori delle 2 file si posizionano tra il rispettivo cono di partenza ed il tappetino posto di fronte a loro
  • Al segnale dell'allenatore partono con l'esecuzione di una capovolta
  • Terminata la capovolta si rialzano velocemente e corrono al centro del quadrato per conquistare il pallone che si trova più vicino e di fronte a loro. Mentre corrono verso il pallone l'allenatore chiamerà la direzione verso la quale devono calciare il proprio pallone per tentare di fare gol nelle porticine che si trovano lateralemente rispetto alla loro posizione (in figura porticine arancione e verde). Nell'esempio l'allenatore chiama la direzione "DESTRA"
  • Il giocatore rosso tenta di far gol nella porticina VERDE (calcia con il piede sinistro), il giocatore bianco in quella ARANCIONE (anch'egli calcia con il piede sinistro). Il punto viene assegnato a chi fa gol per primo fra i 2 giocatori
  • Calciati i 2 palloni ne rimane un terzo (pallone 1 contro 1 in figura). I due giocatori si contendono il terzo pallone in duello 1 contro 1 e cercano di fare gol in una delle 4 porticine ed in particolare in quella del colore chiamato dall'allenatore ("Arancione" nell'esempio). Questa sfida assegna un'ultieriore punto

 

Regole
  • Rispettare le indicazioni dettate dall'allenatore nel tentativo di far gol nelle porticine prima dell'avversario, calciando con il piede corretto
Varianti
  1. Invece della capovolta sui tappetini (stuoie), posizionare degli ostacolini (over) e far eseguire degli skip
  2. Sia per la direzione di calcio sul primo tiro, sia per il colore della porta in cui far gol nella sfida 1 contro 1, anziché la chiamata vocale da parte dell'allenatore (stimolo uditivo), egli indicherà la direzione del primo tiro con le braccia ed il colore della porticina nella sfida 1 contro 1, alzando un cinesino (o casacca) dello stesso colore della porta (stimolo visivo)
Temi per l'allenatore
  • Far eseguire la capovolta od il rotolamento sui tappetini nel modo più corretto possibile (schemi motori di base)
  • Stimolare la capacità di elaborazione e reazione mentale dei bambini con diversi stimoli (visivo ed uditivo)
  • Stimolare la competitività attraverso l'aspetto ludico del gioco ed il divertimento
  • Una volta assimilata la sequenza di lavoro aumentare l'intensità e velocità di esecuzione da parte dei bambini
  • Stimolare la fantasia ed il dribbling con finte e cambi di direzione nel duello 1 contro 1

Articoli correlati