2 contro 1 ad alta intensità per il tiro in porta | YouCoach Salta al contenuto principale

2 contro 1 ad alta intensità per il tiro in porta

2 contro 1 ad alta intensità per il tiro in porta

 
Obiettivo
Materiale
  • 6 cinesini (4 di un colore, 2 di un altro)
  • 1 cono
  • 1 porta regolamentare
  • Palloni
  • 3 casacche (rosse in figura)
Preparazione
  • Area di gioco: 20x30 metri
  • Giocatori: da 10 (9 di movimento + 1 portiere)
  • Tempo di svolgimento: 18 minuti
  • Numero di serie: 3 da 5 minuti (con 1 minuto di recupero passivo dopo ogni serie)
Sommario Obiettivi Secondari
Esercitazione che migliora la scelta e la capacità di visione di gioco nella situazione di 1 contro 1 e 2 contro 1
Visione periferica, Trasmissione, Ricevere, Guida della palla, Dribbling, Smarcamento, Tiro in porta, Rifinitura, Dai e vai, Inferiorità numerica (difesa), Sostegno
Organizzazione

Utilizzare una zona di campo di 20 metri di larghezza per 30 metri di profondità. Su un lato corto del campo, al centro, collocare una porta regolamentare. A sinistra ed a destra della porta formare due cancelli con coppie di cinesini rossi. Su un cancello si collocano 3 giocatori (attaccanti bianchi) ognuno con un pallone; mentre nell'altro cancello si sistemano altri 3 giocatori (difensori rossi) senza palloni. Di fronte al cancello degli attaccanti in linea verticale, a circa 20 metri di distanza, posizionare dentro al campo un cono. Di fronte al cancello dei difensori in linea verticale, a circa 20 metri di distanza, creare un terzo cancello (coppia di cinesini gialli in figura) dove si collocano altri 3 giocatori senza palla (attaccanti bianchi). Il portiere si posiziona a difesa della porta (in caso di 2 o più portieri si alterneranno).

Descrizione
  • Al segnale d'avvio dell'allenatore l'attaccante bianco A in possesso del pallone (nella fila sinistra a lato della porta) parte in conduzione palla e la trasmette in diagonale al proprio compagno B posizionato sul cancello di cinesini gialli opposto
  • Dopo la trasmissione il giocatore, in scatto, va ad attaccare il cono di fronte a lui per andare poi a sostegno del compagno e giocare il 2 contro 1 contro il difendente rosso
  • Appena il giocatore posto sul cancello di cinesini gialli riceve palla, il difendente rosso C entra in campo per contrastare gli avversari
  • Si crea la situazione di 2 contro 1 dove chi ha trasmesso palla va a sostegno del compagno che l'ha ricevuta e chi ha ricevuto sceglie il tipo di giocata da effettuare per sfruttare la superiorità numerica
  • Se il difensore ruba palla può concludere in porta con una situazione di 1 contro 2
  • L'azione termina con la conclusione in porta o quando la palla esce dall'area di gioco
  • Al termine di ogni serie invertire le posizioni di partenza dei gruppi in modo che tutti i giocatori ricoprano ruoli con obiettivi e richieste diverse

 

Regole
  • Tocchi liberi a disposizione dei giocatori
Varianti
  1. Variare il punto di partenza per chi parte giocando la palla
  2. Utilizzare la psicocinetica impiegando come segnale cinesini e casacche per fare partire la giocata
  3. Invertire la posizione del cancello di partenza di cinesini gialli con quella del cono. In tal modo l'avvio delle azioni di gioco avverrà in senso inverso rispetto la porta dove concludere
Temi per l'allenatore
  • L'attenzione dell'allenatore si concentra sull’obiettivo principale, la scelta del giocatore di affrontare un 2 contro 1 efficace, capacità di affrontare un 1vs1 vista la pressione esercitata su chi riceve palla, alzando l’intensità e diminuendo il tempo di reazione
  • Nella trasmissione radente il pallone rotola veloce verso il compagno, senza rimbalzare (qualità ed intensità di calcio)
  • Il controllo del passaggio deve essere direzionato velocemente verso la porta avversaria; la caviglia deve essere non troppo rigida, per evitare che la palla sfugga lontano, né troppo morbida
  • La finta, gesto tecnico per superare l’avversario, è eseguita non troppo vicino né troppo lontano dall’avversario stesso, utilizzando il proprio corpo per proteggere il pallone e cercando di superare il difensore in modo tale da agevolare la finalizzazione a rete successiva
  • La finalizzazione in porta è effettuata con l’interno, da distanza ravvicinata o con il collo del piede da lontano
  • Curare i movimenti di smarcamento dell'attaccante senza palla: appoggio laterale, movimento di sovrapposizione, taglio dietro al difensore attaccando la profondità con i tempi giusti per non finire in posizione di fuorigioco
  • Curare la presa di posizione del difensore atta a tagliare la linea di passaggio tra i due attaccanti per limitare la situazione di gioco ad un 1 contro 1

Articoli correlati